Come fare un impianto

Tartuficoltura – impianto ex novo-preparazione del terreno

set 15th, 2007 | By admin

Dopo aver verificato l’idoneità del suolo, per fare un impianto tartufigeno è necessario procedere alla preparazione del terreno. Questa operazione dovrà essere effettuata preferibilmente nel periodo estivo e consisterà, dopo un preventivo decespugliamento, in una lavorazione andante e profonda (da 40 cm) di aratura, in alternativa si possono preparare delle buche di 60x60x60 cm in
[continue reading...]



Progettazione dell’impianto ex novo di tartuficoltura

set 15th, 2007 | By admin

La progettazione dell’impianto riguarda: La decisione del sesto, 5×5, 5×4, 4×4 , 4×3 etc, questo varia dal tipo di pianta simbionte e del tartufo con cui questa è stata micorrizata e dalla necessità di transito di mezzi agricoli leggeri per impianti tartufigeni molto estesi. La decisione di proteggere le piantine, con shelter per il gelo
[continue reading...]



Tartuficoltura, sesto dell’impianto tartufigeno

set 15th, 2007 | By admin

Il sesto dell’impianto è da determinare in relazione alla pianta simbionte e al tartufo con cui è stata inoculata. I vari tipi di tartufi nascono e crescono in particolari condizioni, compresa l’illuminazione della tartufaia da parte dei raggi solari. Ad esempio il tartufo nero pregiato presenta sempre un pianello o tartufaia molto assolata, di conseguenza
[continue reading...]



Tartuficoltura, messa a dimora delle piantine micorrizate

set 15th, 2007 | By admin

Contrassegnato il sesto d’impianto ed effettuato preventivamente un idoneo foro nel terreno, possiamo mettere a dimora la piantina. Il periodo migliore va dall’autunno a poco prima della primavera, in tale periodo la pianta risentirà meno il trauma del trapianto e al risveglio primaverile le radici avranno modo di estendersi con facilità per attecchire al meglio
[continue reading...]



Tartuficoltura, protezione delle piantine micorrizate

set 15th, 2007 | By admin

Le piantine micorrizate appena messe a dimora possono essere danneggiate da animali sevatici, in particolare le lepri, oppure dal gelo, per proteggerle esistono delle coperture perimetrali in policarbonato, denomitate shelter. Per proteggere le piantine da animali selvatici o allo stato brado di cospicue dimensioni bisogna provvedere ad una adeguata recinzione singola o dell’intero impianto tartufigeno.
[continue reading...]



Tartuficoltura, soccorso idrico dell’impianto

set 15th, 2007 | By admin

Per favorire l’accrescimento delle piantine, per  mantenere la micorrizazione e favorire lo sviluppo dei tartufi sia come quantità che pezzatura, non di poco conto è l’irrigazione. Tutti sappiamo che se non vi è pioggia durante il ciclo biologico del tartufo, la raccolta in tartufaie naturali sarà esigua e i prezzi dei tartufi salgono alle stelle!  Mentre i
[continue reading...]



Preventivo gratis per consulenza pre e post impianto

set 10th, 2007 | By admin

Se vuoi costituire un impianto tartufigeno ex novo o vuoi fare controllare uno esistente, puoi chiedere un preventivo gratuito per un sopralluogo di un esperto tartuficoltore. Indica,  nel modulo che raggiungerai con il link in fondo alla pagina,  quanto segue: Se il sopralluogo  è per un impianto di tartuficoltura già esistente o per uno da impiantare  ex novo; l’estensione dello stesso; l’ubicazione
[continue reading...]



Coltivare tartufi, valutazione preliminare gratuita on line per la fattibilità di una tartufaia

set 10th, 2007 | By admin

Per avere un’idea se il terreno è idoneo o meno alla tartuficoltura rispondete con attenzione alle domande che seguono, otterrete una risposta gratuita e, se le condizioni totali risulteranno idonee, anche un preventivo gratuito da parte di una ditta leader del settore tartuficoltura e di un esperto tartuficoltore: 1)Specificare l’estensione del terreno ove si intende
[continue reading...]